Tutti gli articoli di pia

“Ti amo anche se non so chi sei”, presentato nei saloni della Regione Toscana

21 maggio 2011

“Ti amo anche se non so chi sei”, presentato nei saloni della Regione Toscana che ha sposato il progetto
di Ezio Alessio Gensini

Nicola Danti: “Musica veicolo formidabile per avvicinare i giovani alla solidarietà”. In Italia, 2 milioni e 500 mila le persone affette da epatite B e C , 21mila morti ogni anno per cirrosi o tumore al fegato. Malattie epatiche la prima causa di morte tra 35 e 44 anni

“La vita può essere donata, al di là e oltre, e la musica è un mezzo per avvicinare i giovani e diffondere, in modo innovativo, un messaggio importante e sensibilizzarli alla donazione degli organi”. Così il presidente della commissione Cultura Nicola Danti è intervenuto alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Ti amo anche se non so chi sei”, nata da un’idea di Marinella e Roberto Ferri, produttori del cd, con il supporto e la supervisione di Franco Battiato. Lo scopo di questo progetto è, con la vendita del cd, di raccogliere fondi per la ricerca scientifica per lo studio e la cura di malattie epatiche e per promuovere la donazione di organi.

Alla conferenza stampa sono intervenuti tra gli altri Federico Gelli, medico ed ex-vice presidente della regione Toscana, il direttore del Centro Trapianto di Fegato di Padova Umberto Cillo, il direttore artistico del progetto Roberto Ferri. Tra i testimonial presenti Barbara Enrichi, Gabriel Zagni (che ha presentato in anteprima nazionale il video “La Cura”, Meddy Cattaneo e Pia.

I donatori di organi in Italia sono passati da 21,2 donatori per milione di abitante (2009) a 19,8 nel 2010: un fenomeno che non risparmia neanche una delle regioni leader nella donazione, come la Toscana, dove i donatori sono passati da 172 (2009) a 151 (2010). Sono i dati diffusi dal dottor Umberto Cillo del Centro Trapianto di Fegato di Padova e consigliere della Fondazione italiana per la ricerca in patologia (Fire) in occasione della presentazione del cd ”Ti amo anche se non so chi sei” realizzato dai big della musica italiana, con lo scopo di incentivare la cultura della donazione degli organi. ”L’effettivo calo – ha spiegato il dottor Cillo – si ritiene sia dovuto per due motivi: il primo ad un atteggiamento medio scaturito alla crisi economica generalizzata e il secondo motivo a causa della poca informazione”. ”La Toscana – ha detto il consigliere della Fire – rimane un’eccellenza in Italia: e’ la regione con il massimo donatori per numero di abitanti, ha percentuali doppie rispetto alle altre regioni”. Durante la presentazione del progetto musicale sono stati diffusi anche dei dati nel campo dell’epatologia: in Italia, sono 2 milioni e 500 mila le persone affette da epatite B e C, oltre 2 milioni le persone con epatopatia legata ad abuso di bevande alcoliche, 21mila i decessi all’anno per cirrosi o tumore al fegato. Le malattie epatiche sono la prima causa di morte nella fascia di eta’ tra i 35 e i 44 anni e la terza tra i 45 e i 54 anni.

Questo Cd è nato per iniziativa di Marinella e Roberto Ferri, con il supporto e la supervisione di Franco Battiato.Lo scopo è quello di diffondere, attraverso la musica, la cultura della donazione degli organi in considerazione della triste realtà, ovvero: le donazioni di organi sono notevolmente diminuite con conseguente perdita di numerose vite umane che invece potrebbero essere salvate.

La partecipazione, a questo progetto, è stata massiccia da parte di numerosi artisti ed addetti ai lavori. I brani contenuti sono in parte noti ma rielaborati, ed in parte inediti. Roberto Ferri ben conosce la realtà dei trapianti in quanto lui stesso trapiantato da tre anni di fegato ed appunto alla luce di questa conoscenza, lui stesso e la moglie Marinella stanno dedicando, dalla data del trapianto, grande attività atta a far conoscere le problematiche alle quali vanno incontro coloro che hanno necessità di entrare in lista di attesa, coloro che vi sono, coloro che muoiono nell’attesa in quanto non giunge loro un organo in tempo, come fu per Grégory Lemarchal, famoso artista francese, qui presente, che morì nel 2007 a soli 23 anni, in lista di attesa per trapianto e al quale non giunsero in tempo i polmoni di cui necessitava in quanto affetto da mucoviscidosi (fibrosi cistica).

Proprio in funzione della ricerca scientifica rivolta allo studio ed alla cura di tali malattie onde evitare successivi trapianti epatici i proventi della vendita di tale CD – al netto delle spese sostenute – verranno devoluti a tal fine ed alla promozione della donazione di organi.

Hanno dato il loro patrocinio all’iniziativa: AISF Associazione Italiana per lo Studio del Fegato, FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia, Associazione Nazionale Trapiantati di Fegato “G.Gozzetti” e EpaC Onlus.

Gli Artisti che hanno voluto dare il loro contributo artistico al CD “Ti amo anche se non so chi sei”: Lucio Dalla, Pia, Franco Battiato, Fiorella Mannoia, Iskra, Roberto Ferri, Marco Alemanno, Ron, Vincenzo Capezzuto, Massimo Ranieri, Sepideh Raissadat e Piccolo Coro Antoniano, Maddy Cattaneo, Alessandro Altarocca, Florence Donovan, Gianni Morandi, Fabrizio de André, Ivano Fossati, Anna Mazzamauro, Giuseppe Barbera e Grégory Lemarchal. Contatti: centosuoni@tiscali.it. Sito Web: http://www.robertoferri.it; .

Roberto Ferri, nato a Bologna nel 1947, si può definire un cantautore e paroliere raffinato, geniale e spesso precursore dei tempi. In gioventù alterna l’attività di cantante con gli studi di chimica pura, in cui si laurea. Dopo il debutto al Festival di Castrocaro nel 1967, partecipa a Settevoci alla fine degli anni ‘60, incidendo alcuni singoli per la casa discografica PDU, di proprietà di Mina. A metà degli anni ’70 si scopre paroliere. Il suo LP del 1978 Se per caso un giorno la follia parla dei vari vizi e follie dell’uomo, come il narcisismo, la gerontofilia, la sindrome di Peter Pan e anche la vivisezione. Intanto scrive per vari cantanti e vince il Festival di Sanremo 1983 con Sarà quel che sarà, interpretata da Tiziana Rivale. Prosegue l’attività di insegnante (a Firenze) e di paroliere: scrive con Fabrizio De André il testo di Faccia di cane per i New Trolls e con Gaetano Curreri la musica di E dimmi che non vuoi morire per Patty Pravo. Il suo stile è strettamente legato alle canzoni d’autore francese (Brel, Bécaud, Aznavour). Non ha mai smesso di tenere concerti. È sposato con la cantante Marinella, partecipante a Sanremo nel 1979 (con un brano scritto da lui e Giancarlo Trombetti) e 1981.

CONFERENZA STAMPA PALAZZO DELLA REGIONE TOSCANA -FI-

Cultura, Istruzione e Ricerca – 20/05/2011 13:52
“Ti amo anche se non so chi sei”: un cd per la donazione di organi
Nicola Danti: “Musica veicolo formidabile per avvicinare i giovani alla solidarietà”. In Italia, 2 milioni e 500 mila le persone affette da epatite B e C , 21mila morti ogni anno per cirrosi o tumore al fegato. Malattie epatiche la prima causa di morte tra 35 e 44 anni
Firenze – “La vita può essere donata, al di là e oltre, e la musica è un mezzo per avvicinare i giovani e diffondere, in modo innovativo, un messaggio importante e sensibilizzarli alla donazione degli organi”. Così il presidente della commissione Cultura Nicola Danti è intervenuto alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Ti amo anche se non so chi sei”, nata da un’idea di Marinella e Roberto Ferri, produttori del cd, con il supporto e la supervisione di Franco Battiato. Lo scopo di questo progetto è, con la vendita del cd, di raccogliere fondi per la ricerca scientifica per lo studio e la cura di malattie epatiche e per promuovere la donazione di organi.
Nel campo dell’epatologia si rileva un’enorme diffusione di malattie del fegato: in Italia, sono 2 milioni e 500 mila le persone affette da epatite B e C, oltre 2 milioni le persone con epatopatia legata ad abuso di bevande alcoliche, 21mila i decessi all’anno per cirrosi o tumore al fegato. Inoltre, le malattie epatiche sono la prima causa di morte nella fascia di età tra i 35 e i 44 anni e la terza tra i 45 e i 54 anni. L’unica terapia per i malati terminali di fegato è il trapianto.
Alla conferenza stampa sono intervenuti tra gli altri Federico Gelli, medico ed ex-vice presidente della regione Toscana, il direttore del Centro Trapianto di Fegato di Padova Umberto Cillo, il direttore artistico del progetto Roberto Ferri. Tra i testimonial presenti Barbara Enrichi e Pia.

http://www.parlamento.toscana.it/node/7666

Benedetta Bernocchi

http://www.parlamento.toscana.it/node/7666

ARTISTI PER LA DONAZIONE DEGLI ORGANI

mercoledì 25 maggio 2011 uscirà il disco di Roberto Ferri “TI AMO anche se non so chi sei” (distribuzione edel) in allegato ai giornali dell’editore QN ( La Nazione, Il Resto del Carlino e Il Giorno).

All’interno è contenuto il video COM’è PROFONDO IL MARE con il contributo artistico di PIA !!!